Hai mai sentito parlare di amminoacidi essenziali? Ti sei mai chiesto cosa sono e soprattutto a cosa servono? Molte volte, soprattutto quando si inizia una dieta o un piano alimentare personalizzato, ci si scontra con una terminologia non propriamente comune ma che risulta fondamentale per capire cosa si sta mangiando e, soprattutto, quali sono le componenti basilari della nostra alimentazione, quelle che non possiamo proprio non assumere.

Bene, allora dovrai sapere che gli amminoacidi sono delle molecole importantissime che si occupano della sintesi proteica e sono composti principalmente da azoto, carbonio, idrogeno e ossigeno.

A cosa servono gli aminoacidi essenziali? Quanti e quali sono?

La principale definizione è quella di amminoacidi essenziali, definiti così perché il nostro organismo non è in grado di produrli autonomamente, pertanto devono essere assunti tramite l’alimentazione. Difatti, il nostro corpo ha bisogno di 20 amminoacidi tra i quali ritroviamo sia quelli non essenziali che quelli, invece, essenziali che sono invece 9.

Quali sono gli amminoacidi essenziali?

Gli amminoacidi essenziali sono presenti in un numero pari a 9 e cioè: fenilalanina, treonina, triptofano, metionina, lisina, leucina, isoleucina e valina a cui si aggiunge la istidina, importante per i bambini in fase di crescita. Tra questi leucina, isoleucina e valina assumono rilevanza come amminoacidi ramificati. Difatti, ci chiediamo che differenza c’è tra amminoacidi ramificati e amminoacidi essenziali? Rientrano tutti nella definizione di amminoacidi essenziali con la differenza che quelli ramificati hanno una struttura molecolare diversa, detta a catena ramificata (BCAA) e si trovano maggiormente nei muscoli (e non nel fegato come gli altri).

Il loro posizionamento biologico ha indotto molti studiosi a pensare che la produzione di questi ultimi possa implementare le prestazioni fisiche, oltre che nella perdita di peso e durante gli esercizi in palestra! È questo il motivo per il quale in molti assumono integratori a base di aminoacidi ramificati, al fine di migliorare la propria performance ed ottenere risultati sempre più importanti.

Se vuoi davvero approfondire come integrare nel tuo organismo aminoacidi essenziali e non solo, visita il sito di paleocomplex blog.

Gli amminoacidi essenziali nella tua dieta: quando prenderli e quali sono i migliori

Un’alimentazione sana è fatta sempre dai cibi base, immancabili per far sì che il nostro organismo abbia un apporto equilibrato di amminoacidi. Quelli essenziali sono contenuti in pesce, pollame, carne, uova

I migliori aminoacidi sono certamente i BCAA che fanno bene al fegato, aiutano e rafforzano la muscolatura ma, soprattutto, agevolano la perdita di peso qualora il tuo obiettivo sia proprio quello di riconquistare la tua linea ed abbinare all’esercizio fisico un’alimentazione equilibrata ed efficace.

Aminoacidi essenziali, esistono controindicazioni?

Non esistono controindicazioni nell’assunzione di amminoacidi, che siano essenziali o anche BCAA. Ovviamente nel caso in cui si soffra di patologie genetiche o particolarmente gravi è sempre bene contattare il proprio medico per capire se è consigliato assumere aminoacidi anche attraverso gli appositi integratori o se è sufficiente la dose che viene apportata al nostro organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.