Nel corso degli anni, la globalizzazione dei mercati ha aperto molte opportunità commerciali, ma ha anche reso più complicata la gestione della sicurezza, qualità e legalità alimentare, lungo tutta la catena di fornitura.

Siamo passati da un mercato locale, ad un mercato che vede materie prime e prodotti finiti viaggiare tra continenti, spesso, dove vigono normative differenti.

Le grandi reti commerciali hanno spesso difficoltà nell’individuare produttori e fornitori di materie prime, che possono avere un impatto critico sulla conformità, tracciabilità e salute dei consumatori in primis, in caso di allarme o emergenza. In questo caso, GFSI, Global Food Safety Initiative, realtà che promuove norme e regolamenti a tutela dei mercati e dei consumatori, si è impegnata nel promuovere la nascita di specifici standard di certificazione volontaria.

Gli standard di certificazione per il settore dei broker, agenti ed intermediari permette di essere un utile strumento per queste realtà, per fornire tutte le evidenze necessarie sulla sicurezza, qualità e legalità alimentare.

Gli standard sviluppati per le società di intermediazione forniscono strumenti organizzativi per gestire correttamente i suddetti requisiti di legalità, qualità e sicurezza alimentare all’interno delle organizzazioni che si occupano di intermediazione e acquisto e vendita di prodotti agricoli.

Quali certificazioni sono importanti per una società di intermediazione?

Le certificazioni importanti per le aziende di brokeraggio

Se operi in questo settore, ci sono tre standard fondamentali riconosciuti da GFSI e quindi a livello internazionale:

  • Certificazione BRC Agents and Brokers, sviluppato dal British Retail Consortium nel 2014, come standard di qualifica degli agenti intermediari che operavano nella GDO anglosassone, ad oggi lo standard più riconosciuto a livello globale;
  • Certificazione IFS Broker, gemello del precedente, nato però dalla grande distribuzione organizzata di stampo tedesco francese, il più richiesto a livello comunitario;
  • Certificazione FSSC 22000, sviluppato dalle organizzazioni di produttori, richiede l’implementazione dei Sistemi di Gestione della Sicurezza Alimentare ISO 22000 e gli standard tecnici necessari, in questo caso, per le attività di intermediazione.

Questi tre standard sono progettati per migliorare l’efficienza operativa riducendo i rischi associati alla responsabilità di intermediari, agenti e importatori alimentari.

Un processo importante di due diligence che contempla il miglioramento continuo, secondo i principi del PDCA, e la gestione dei pericoli alimentari, biologico, chimico, fisico, allergenico, radio-conducibile, oltre che in merito alla food defense ed alla food fraud.

Certificazioni settore broker: perché sono importanti?

Queste attestazioni vengono rilasciate dopo aver superato un audit di valutazione da parte di un organismo di terza parte. Aiutano a creare un sistema di valutazione unificato per le aziende che servono cibi di marca e non.

Forniscono istruzioni e strumenti agli operatori non produttori (intermediari, commercianti non manifatturieri, importatori, esportatori, distributori) per dimostrare la correttezza e la legalità delle loro operazioni.

Non c’è dubbio che le società di intermediazione costituiscano un anello chiave della filiera alimentare in termini di tracciabilità, trasparenza e integrità della filiera. Attraverso questi tre standard, le aziende coinvolte nella manipolazione e commercializzazione di alimenti e imballaggi possono dimostrare la loro competenza e impegno nel mantenere una catena di custodia sicura lungo tutta la catena di approvvigionamento.

Fornendo ai clienti tutte le garanzie, ed evidenze rispetto alla sicurezza, qualità e legalità dei prodotti trattati.

Certificazione BRCGS Agents and Brokers: requisiti

La certificazione BRC Agents and Brokers Standard fornisce strumenti organizzativi e definisce i requisiti essenziali per agenti e intermediari sul mercato globale. Richiedibili da quelle realtà che operano nel commercio di alimenti, ingredienti, materiali per imballaggio alimentare, mangimi, prodotti per la cura della casa e della persona.

La certificazione BRCGS, è stata pensata come standard di valutazione per i produttori a marchio della grande distribuzione anglosassone, ad oggi viene richiesta a livello globale anche per i produttori non a marchio del retailer.

Per ottenere la certificazione di Agents and Brokers è necessario:

  • Impegno del top management per il miglioramento continuo;
  • Adozione di sistemi di analisi dei rischi e dei pericoli (HACCP e HARPC);
  • Gestione degli aspetti legali che regolano la vulnerabilità e la protezione dei prodotti, dei servizi dei fornitori;
  • Adozione di sistema di gestione della qualità e della sicurezza del prodotto conforme agli standard internazionali;
  • Gestire i sistemi di tracciabilità evoluti;
  • Realizzazione di sistemi di controllo prodotto, ambienti produttivi, processi e risorse umane opportunamente formate;
  • Difesa del prodotto e gestione delle frodi alimentari.

Il BRC Agent and Broker Standard è allineato con altri due standard: IFS Broker e FSSC 22000 (Food Safety System Certification Scheme 22000), noto come “schemone”, un sistema GFSI riconosciuto a livello internazionale basato sui miglioramenti dello standard ISO per la comunicazione in tutto il mondo. Catena di fornitura (compresi i broker). È progettato per garantire che i prodotti di consumo adeguati siano distribuiti ai consumatori.

Certificazione IFS Broker: fornitori accuratamente selezionati

Lo standard franco-tedesco IFS broker si rivolge a intermediari, stabilimenti commerciali e importatori. Definisce una serie di requisiti relativi alla qualità e alla sicurezza degli alimenti, imballaggi alimentari,  prodotti per la casa e per la persona, per la distribuzione di massa, canali B2B.

L’obiettivo principale è quello di fornire ai broker un sistema di valutazione delle loro attività, in particolare nella selezione dei fornitori secondo gli standard internazionali e gli obblighi legislativi.

IFS Broker è perfettamente integrato con IFS Food, IFS Logistic con ISO 9001, ISO 22000, ISO 14001 e altri standard. Pertanto, tempi e costi sono ridotti.

Lo standard IFS Broker include anche i requisiti per la responsabilità di gestione, la gestione del rischio (HACCP), la gestione di un sistema di tracciabilità come collegamento tra produttori e clienti, l’analisi del prodotto, gli aggiornamenti del sistema qualità, l’attivazione e il richiamo di eventuali procedure di prelievo. e azioni correttive. Difesa alimentare e gestione delle frodi alimentari.

Può essere considerato il gemello del precedente, i requisiti sono molto simili, anche se riconosciuto a livello globale, la sua richiesta è più presente nei mercato comunitari, e della grande distribuzione di queste aree.

Certificazione Broker FSSC 22000

A differenza dei primi due, lo standard FSSC 22000 Agent Edition si basa su standard di gestione definito dalla norma ISO 22000 ed ISO 22002. Le caratteristiche di questa norma possono essere riassunte in:

  • E’ più diffuso e riconosciuto in quanto non proveniente da una grande alleanza distributiva organizzata per i suoi prodotti a marchio;
  • Adozione dei requisiti della norma ISO 22000, che consente la definizione del contesto, delle parti interessate e la valutazione dei rischi e delle opportunità, essenziali per comprendere il vero quadro di un’azienda. Questi dati saranno la base per definire una gestione aziendale efficace;
  • Adozione di requisiti di sicurezza alimentare, difesa alimentare e frode alimentare, come gli standard sopra citati.

Lo standard FSSC può essere la risposta, se la tua organizzazione è nuova all’implementazione di uno standard alimentare. Infatti i suoi requisiti, grazie alla norma ISO 22000, risultano ìpiù morbidi’, rispetto a quelli ferrei definiti dagli standard BRCGS e IFS.

Certificazione di società di intermediazione: vantaggi

Gli agenti e broker e le società di intermediazione sono riconosciute a livello internazionale e ottengono un alto profilo come organizzazioni nelle grandi catene di distribuzione, a vantaggio della reputazione aziendale. Pertanto, hanno l’opportunità di aprire nuovi mercati internazionali.

Possono gestire meglio la propria attività, ridurre i rischi e condurre audit esterni. L’implementazione di un sistema di gestione della qualità, della conformità e della sicurezza conforme alle normative alimentari può migliorare continuamente l’efficienza operativa.

Questo si tramuta in una velocizzazione delle modalità di qualifica come fornitore da parte dei produttori e dei retail, diminuzione degli audit di qualifica, miglioramento dell’efficienza aziendale e della gestione dei requisiti a livello globale.

Come abbiamo già accennato sopra, lo standard più richiesto a livello globale, è il BRCGS Agents and Brokers, un processo importante per la tua realtà. Per questo ti segnaliamo una utile guida, dove potrai approfondire le tematiche rispetto ai requisiti, che puoi leggere visitando il link che trovi qui di seguito: 

https://www.sistemieconsulenze.it/certificazione-brc-agents-and-brokers/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.