L’ultimo EP AHIA! de I Pinguini Tattici Nucleari fra i dischi più influenti dell’ultimo decennio.Curiosità:

Porta lo stesso titolo del primo romanzo di Riccardo Zanotti, edito lo scorso 3 novembre da Mondadori.


Dopo la vittoria al 70° Festival di Sanremo, con il pluripremiato brano: RINGO STARR, è stata un’ autentica escalation, oramai fanno collezione di Dischi d’Oro, di Platino e Doppio Platino e chi più ne ha più ne metta.

Oggi qualunque brano sfornano vola direttamente in vetta alle classifiche.
Analizziamo uno dei loro lavori che sta cambiando la scena musicale italiana ma che si presenta come già come album da viaggio, dove in ogni canzone c’e’ una pezzo di vita dove è facile riconoscersi.
Da notare che l’usicta dell’album all’ ingresso della pandemia doveva essere un anno pineo di impegni live invece è stato uno degli anni più difficili di sempre.

Titolo: “Ahia”.
Rispecchia a pieno la sensazione del 2020.
Un anno fatto di mesi complicati ma non per questo privo di quell’ironia e di quella capacità evocativa che hanno fatto dei PTN una delle band più amate d’Italia.

AHIA!, l’EP è però nato a marzo in pieno periodo di lockdown. “Il 2020 doveva essere un anno colmo di impegni e, perché no, di successi per noi, e invece è stato uno degli anni più difficili di sempre, quindi Ahia! ci è sembrato il titolo perfetto per questo lavoro”. Lavoro concepito in lunghi mesi complicati


IL DISCO TRACCIA PER TRACCIA

1.Scooby Doo un brano parla delle maschere, quelle dei cattivi, che a volte cadono e lasciando intravedere gli esseri umani che le abitano. Racconta la vita difficile e travagliata di una ragazza che non viene considerata davvero da nessuno, si barrica dietro un muro, diventa fredda e distaccata e non riesce ad apprezzare l’amore in nessuna delle sue forme, Ecco allora che il ritornello la incita a liberarsi di questa maschera e seguire la propria strada.

2. Scrivile Scemo Una canzone che racconta il coraggio in una chiave davvero originiale il coraggio di riuscire a scrivere un “ti amo” come se fosse una sorta di grido di liberazione.
Non importa con quali canali social tu lo possa fare.
Scrivilo e basta, fallo, urlalo, diglielo e… in ogni caso, ti riscoprirai scemo, ma libero (per almeno due ore).

3.Bohémien la convivenza è il primo step, insieme al lavoro, che ti dice che sei diventato grande, ma vivendola in modo immaturo e naïf.
Bohémien è dedicata a una persona di famiglia la cui convivenza, anche se non è finita bene, ha lasciato il ricordo di quei sentimenti che sopravvivono all’amarezza.

4. Pastello Bianco Una ballad quasi sanremese nell’incedere di archi e piano (e con pochissime chitarre), che nasce vecchia per restare giovane.
E che parla di cose attualissime, come i social media.”




5. La Storia Infinita Una canzone che immagina un’ipotetica estate che non c’è, che manca.
Un mix di ricordi, memorie ma anche apprezzare finalmente il valore dell’attimo e godere di quel che abbiamo

6. Giulia Il tradimento a volte non riesce a distruggere il sentiemtno. un ragazzo che ignora le sue defezioni di lei perché, cosi facendo, pensa che sarà ancora più amato. E invece lei va da un altro, che è proprio quello che la mette alla prova, che non le rende la vita facile. Lui la aspetta ancora, rinchiuso, spernaod in qualcosa

7- Ahia! E’ una lettera d’amore (o una confessione, se vogliamo), e che parla di un’attesa durata molti anni, romantica e semplice. E’ il nome

WEB & SOCIAL

Instagram: https://www.instagram.com/pinguini_tattici_nucleari
Facebook: https://www.facebook.com/pinguinitattici/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.